Combattere l’ansia e dormire meglio:
il CBD può aiutarci

Che dipendano da fattori genetici o da problemi legati alla vita di tutti i giorni, disturbi del sonno e ansia affliggono una larga fetta della popolazione mondiale. Stando ai dati raccolti dall’Anxiety and Depression Association of America, ogni anno negli Stati Uniti circa 40 milioni di persone soffrono di disturbi d’ansia. Un quadro preoccupante, a cui si aggiungono altre decine di milioni di americani che dormono poco e male.

Le proprietà ansiolitiche e sedative del CBD

Per provare ad alleviare questi disturbi senza ricorrere ai farmaci, possiamo affidarci ad un alleato tutto naturale. Parliamo del CBD, ritenuto efficace dagli esperti per le sue proprietà ansiolitiche, neuroprotettive e sedative.

Cannabeta.eu ha recentemente pubblicato i dati di uno studio retrospettivo incentrato proprio sugli effetti del CBD contro ansia e disturbi del sonno.

I livelli delle due condizioni patologiche sono stati misurati in un campione di 72 pazienti, prima e dopo trattamenti a base di CBD. Una volta elaborati i dati con il Pittsburg Sleep Quality Index e l’Hamilton Anxiety Rating Scale, gli studiosi hanno potuto rilevare che:

  • punteggi relativi all’ansia sono diminuiti durante il primo mese nel 79,2% dei soggetti (57 su 72) e la riduzione è rimasta costante per tutto il periodo di osservazione (tre mesi);
  • punteggi relativi al sonno sono migliorati durante il primo mese nel 66,7% dei casi (48 su 72), ma hanno mostrato oscillazioni nel tempo;
  • il CBD è stato ben tollerato dal 95,8% dei pazienti (69 su 72).

Il team di esperti ha quindi dimostrato la potenziale efficacia del CBD nel ridurre questo genere di problematiche, confermando risultati scientifici già emersi in precedenza e non riscontrando rischi per la sicurezza dei pazienti che possano limitare ulteriori ricerche in futuro. 

Il CBD contro il disturbo d’ansia sociale

Degne di nota anche le osservazioni focalizzate sull’azione del CBD contro il disturbo d’ansia sociale (o fobia sociale). Tra le forme di ansia più comuni, è caratterizzato da una condizione di paura intensa indotta dall’esposizione a determinate situazioni interpersonali o di prestazione in pubblico.

Nel 2011 un gruppo di studiosi brasiliani ha confrontato gli effetti di un test di simulazione di un discorso in pubblico su soggetti sani e pazienti affetti da fobia sociale mai sottoposti a trattamenti, a cui è stata somministrata una singola dose di CBD o placebo. Dopo la misurazione di diversi parametri, tra cui pressione sanguigna e frequenza cardiaca, è emerso che il pretrattamento con CBD ha ridotto significativamente l’ansia, il deterioramento cognitivo e il disagio dei pazienti durante la prestazione, effetto non riscontrato nel gruppo trattato con placebo. Dopo l’assunzione di CBD, inoltre, i soggetti con fobia sociale hanno mostrato livelli di ansia simili a quelli dei partecipanti sani, che hanno eseguito il test senza ricevere alcun farmaco.

Approfondimenti e nuove ricerche restano certamente necessari, ma le potenzialità benefiche del CBD contro questi disturbi appaiono senza dubbio molto promettenti.

Continua a seguirci sul nostro blog e scopri come ritrovare il benessere con i prodotti al CBD Sensitiva