fbpx

Il CBD, o cannabidiolo, è uno dei metaboliti presenti nei fiori di canapa

Tra i cannabinoidi, il CBD è sicuramente tra i più importanti sia per i suoi utilizzi che per i suoi benefici.

Il nostro organismo è regolato da un sistema auto-diretto basato sul rinnovo costante di cellule. La funzione adattogena del CBD interviene e incoraggia naturalmente il corpo ad autoregolare proprio questo processo di rigenerazione cellulare.

Il cannabidiolo aiuta quindi l’organismo a mantenere il proprio stato di salute ed il suo benessere generale, agendo sui recettori endocannabinoidi presenti all’esterno delle nostre cellule e amplificandone la reattività. E’ grazie a questa peculiarità che viene consigliato da numerosi specialisti in abbinamento ad altre terapie già in atto.

Uno dei primi effetti legati all’assunzione di CBD è la sua azione benefica sul riposo notturno, ben diverso dal semplice dormire. Molte persone, infatti, notano già in pochi giorni un netto miglioramento della qualità del sonno, considerato dagli esperti come il primo anti-age in assoluto.

Secondo numerose ricerche e pubblicazioni scientifiche, le proprietà del CBD sono inoltre riconosciute come antinfiammatorie, analgesiche, ansiolitiche, antiossidanti, miorilassanti, antidepressive ecc. Il CBD è inoltre utilizzato spesso nella terapia del dolore.

Leggi le ricerche sulle proprietà antiossidanti e analgesiche del CBD:

Il CBD è un prodotto 100% naturale, adatto per le persone che vogliono seguire uno stile di vita sano, in quanto completamente di origine vegetale.

Al momento non sono stati dimostrati effetti collaterali legati all’assunzione di cannabidiolo. In attesa di nuovi studi e ricerche sul tema, si può quindi sostenere che l’uso di prodotti a base di CBD non presenta controindicazioni rilevanti.

Leggi maggiori informazioni nelle nostre sezioni Benefici e Ricerche.